RECUPERO E COMMERCIO ROTTAMI FERROSI E NON FERROSI

Remaind si occupa del recupero, raccolta, selezione, cernita e avviamento al riciclo di rifiuti speciali non pericolosi, come scarti della produzione industriale e meccanica o rottami in ferro e metallici provenienti da impianti e strutture.

Il recupero dei rottami rientra nella più ampia attività di messa in riserva e recupero di rifiuti speciali non pericolosi effettivamente destinati al recupero e al riutilizzo per cui Remaind è iscritta con provvedimento AIA n. 903 del 27/06/2011.

L’impianto ha una capacità massima di stoccaggio di 40.200 tonnellate/anno di rifiuti per le operazioni di recupero R13 (messa in riserva) e R4 (riciclo/recupero dei metalli e dei composti metallici). La superficie utile è pari a 3.300 mq di cui 1.300 coperta e quasi 2.000 mq all’aperto.

I rottami ritirati sono rappresentati prevalentemente da sfridi di produzione dell’industria meccanica e dalle attività di demolizione e rottamazione di impianti e strutture metalliche nonché dalla raccolta presso le isole ecologiche dove viene conferito il rifiuto di raccolta differenziata urbana.

Dopo essere stato sottoposto a operazioni di selezione, cernita e raggruppamento in carichi omogenei il rottame può essere destinato ad altri impianti di trattamento oppure ad una operazione di riduzione volumetrica tramite una presso-cesoia di proprietà Remaind per essere poi conferito direttamente in acciaieria come materia prima secondaria.